La notte, sta arrivando a coprire con la sua aria appesantita dal buio le gioie e i dolori che il giorno appena trascorso, le lascia in dono.


penso che quella che è giunta, deve trascorrere portandomi l'angoscia. Il letto che ospita la smania, la ricerca affannosa della tua mano, dei tuoi capelli, diventa una prigione che mi costringe a stare supino, per cercare di trovare un po di pace.
Ma non arriva, e come le notti precedenti, mi aggiro per la mia casa, in compagnia della mia solitudine.
Mi sdraio ancora una volta, poi mi rialzo, bagnato nella fronte e il viso, gronda del bagnato che la mia anima irrequieta emette.

Mi dispero e mi affliggo, pensando alla mia solitudine, a colei che è la mia vita, che purtroppo lontana, non può alleviare con la sua presenza, le mie sofferenze.

Ultime notizie dall'agenzia giornalistica Italpress

Italpress

03 Ottobre 2022

Agenzia di Stampa Italpress
We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.