Zollette di parole, musiche lontane, antichi richiami... L'abbraccio dei sensi! Le perle sottili del desiderio, la tenera freschezza dei respiri... Mille momenti segreti! Una dorata oasi d’amore, una surreale istantanea di primavera... I nostri incontri inattesi! I primi versi che nascono, le emozioni che vado affidando ai fogli, alla tua pelle... E poi, provo a tessere per te note di vento, profumate e misteriose, giocando con nuvole e sogni. Ma non dire nulla alle mie mani se, naufraga nel silenzio, saprò presagirti dove non puoi essere... Saranno solo morbidi divieti, l'addio impalpabile che s'impiglia nell'onda di un ricordo. Svegliami di baci e desideri mai dimenticati, attraversami i pensieri e l'anima. Perché sarà lei a leggere sottovoce per te tutti gli infiniti che mi porto dentro... Perché nessuno tranne lei saprà quanto ti amo, quel che trattiene il sonno, nella scia del gioco onirico che ci ha fatto ritrovare senza esserci mai cercati. Allora pensami ancora lì con te, mentre ti disegno carezze gentili e sconosciute, tracce impercettibili della fantasia che confonderai con l'aroma denso della notte...