Giocare con la vernice di melodie lente spruzzata sul crepuscolo, col sogno di sapermi amata; scriverti addosso la passione di lettere infinite, per colorare di te le mie notti; desiderare quei sereni abbandoni che Mi narrano di noi, anime mai sazie di cercarsi... La forma tenera della pioggia e dei baci, le mie parole che si dispongono umide sulla pelle; i tuoi tocchi innamorati, certi tatuaggi infuocati che non vogliono andar via...

Accompagnami nell'oscurità per ripercorrere la nostra magia, per aspettarci in altri amori; segui le orme fresche di voci e silenzi, aiutami a ritrovare l'ingresso alle labbra; maneggiami con cura, dentro i labirinti improbabili che un tempo abbiamo disegnato... Ma intanto, di cosa riempirò i giorni nell'attesa di te? Ti darò ali di fumo e poesie, in un girotondo di tenerezze negligenti e segrete; saluterò la notte, eternamente complice e prigioniera del suo incanto; mi piegherò al respiro del mare, trattenendo nella bocca il sapore e il tempo; raccoglierò dolci seduzioni d'autunno, per tutti i voli che per me avrai inventato...