Guarda... Questo mare che mi bagna i pensieri.

Guarda... Questa brezza che mi lambisce il respiro.

Bevo avida e golosa manciate di stelle, ricordando una felicità mai così lontana, un noi mai vissuto.

Guarda... L'eterna notte di un abbraccio.

Guarda... L'intreccio di parole mai dette.

Rimango impigliata in questo gioco di nuvole, prigioniera di un canto fatato segnato dalla tua assenza.

 

Guarda... Lievi sussurri lasciati nei capelli.

Guarda... Un messaggio casuale affidato alle lenzuola.

Conosco a memoria i fruscii del tuo cuore, il ritmo incauto dei suoi nuovi battiti.

 

Guarda... Il nostro letto di fragole e violini.

Guarda... Il quadro vellutato dei nostri attimi.

Non ho avuto nemmeno il tempo di saziarmi di te, dei tuoi baci che sapevano di neve e di arance.

 

Allora, quell'amore l'abbiamo disegnato insieme, definendone i contorni, aggiustandone il profilo con un dito.

E ora, non ha senso quel foglio strappato; ora, non ha più senso il tuo guardare...