Stampa
Visite: 1151

Ho amato solo te, ti ho amato tanto.
Nel tempo che mi resta
scriverò dei miei sogni
trascorsi in un attimo di eternità.


Il desiderio valicava orizzonti
scanditi dai nostri cuori
che battevano all’unisono nel tempo.
Nei silenzi ancestrali
il desiderio scuoteva le membra
travolte dalla passione.
Ora l’incanto degli amplessi è naufragato
in quel di un’esistenza tracimata in follia.
Il nulla porge un sorriso
a chi non ha più amplessi da sognare.
La solitudine varca la soglia del tempo,
tutto si perde.
La vita è ormai un frammento
che più nessuno riutilizzerà.